header ordine

Salva

Salva

Regione Toscana

Disposizioni tassative per I TSRM.


 Comunicato della Federazione Nazionale degli Ordini dei TSRM e PSTRP

Per la sensibilità delle questioni poste e tenuto conto delle responsabilità, anche deontologiche, che gravano sul TSRM in tema di radioprotezionei si invitano i colleghi a prendere attenta visione dei suoi contenuti e ad aderire in modo diffuso e rigoroso a quanto indicato nelle sue conclusioni e nell’appendice 1.

Faremo pervenire il documento a tutti coloro che hanno titolo e/o interesse a conoscerlo (legislatori, Istituzioni, partiti, decisori, società e associazioni scientifiche, OO.SS., società civile, etc…) invitandoli a fare quanto nelle loro facoltà affinché il recepimento avvenga in un modo obiettivo, moderno e, più di tutto, in una forma tale da favorire concretamente la radioprotezione delle persone esposte.


Comportamento richiesto al TSRM

In attesa degli esiti del ricorso avverso alle linee guida per le procedure radiologiche clinicamente sperimentate (art. 6, DLgs 187/2000) e delle valutazioni tecniche da parte del gruppo di lavoro  giuridico e medico-legale voluto dal Consiglio nazionale straordinario tenutosi in data 11 novembre2015, sulla base delle quali la scrivente fornirà ulteriori indicazioni di dettaglio, al fine di garantire la sicurezza sia delle persone che dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica, ovunque operanti e in qualsiasi regime, la scrivente dispone quanto segue:

GIUSTIFICAZIONE


• è vietata l’esposizione non giustificata: per ogni singolo esame, prima dell’esposizione, dovrà esservi evidenza documentale dell’avvenuta giustificazione;
• la suddetta imprescindibile giustificazione dovrà essere garantita in uno dei due seguenti modi:
1. da parte dello specialista;
2. preliminarmente, per le indagini per le quali le prove di efficacia rilevabili dalla letteratura scientifica ne dimostrano la capacità di rispondere ad uno o più quesiti clinici. Tale tipologia di giustificazione richiede la presenza di procedure aziendali condivise tra specialista, tecnico sanitario di radiologia medica e fisico medico.

NB: la mera presenza fisica dello specialista nella struttura presso la quale si dovrebbe effettuare la prestazione non si configura come elemento di giustificazione; per contro l’assenza dello specialista nella struttura non inficia l’esecuzione in autonomia da parte del TSRM delle indagini di cui al punto

GRAVIDANZA


In caso di indagine radiologica giustificata, se il soggetto da esporre è una donna in età fertile, anche in presenza di valutazioni precedentemente effettuate dal prescrivente e dallo specialista e della sottoscrizione della relativa dichiarazione, è indispensabile verificare la presenza di una delle tre seguenti condizioni:

a. gravidanza in atto;
b. gravidanza sospetta;
c. impossibilità di escludere la gravidanza in termini assoluti.
Nel caso in cui la donna ricadesse in una delle tre suddette fattispecie, non esporla e rivolgersi allos pecialista.


INVITIAMO I TSRM A RIVOLGERSI ALL'ORDINE IN CASO DI DUBBI O CONFLITTI CON I PROPRI DATORI DI LAVORO, O CON GLI SPECIALISTI RADIOLOGI

 

Sei qui: Home Leggi/Trasparenza Regione Toscana Notizie Archivio - vedi tutte le notizie Giustificazione delle esposizioni: cosa fare